unworkerChe caratteristiche hanno le figure professionali ricercate dalle associazioni umanitarie, ONG e organizzazioni internazionali per il lavoro nei progetti per sviluppo di emergenza di cooperazione internazionale ?

 


Per lavorare in ambito umanitario sono richieste specifiche caratteristiche personali e professionali:

caratteristiche personali:

  • Apertura mentale, disponibilità, curiosità
  • Assenza di pregiudizio e capacità ad interagire positivamente con ambienti diversi
  • Riconoscimento della dimensione collettiva e  dell'importanza del lavoro di squadra 
  • Motivazione personale e coerenza agli ideali lavorativi

e professionalmente:

  • - maturo umanamente
  • - formato e capace professionalmente
  • - motivato
  • - creativo
  • - senza paura (capace di gestire la paura)
  • - capace di adattarsi ad ogni situazione
  • - pragmatico
  • - manageriale
  • - conoscitore dei propri limiti
  • - retribuzione adeguata al contesto

Quando compili o rivedi il tuo cv ci sono perciò alcune caratteristiche che sono ritenute prioritarie per svolgere questo lavoro ed è importante che siano presenti e riconoscibili nella lista degli studi fatti, della formazione personale e dell' esperienza professionale 

In termini generali l'esperienza e le competenze richieste al candidato per il lavoro umanitario sono:

  • Disponibilità a lavorare in aree disagiate e comunque ad essere aperti al cambiamento continuato
    La permanenza sul terreno in varie aree del mondo  è un requisito molto importante che richiede continuità e flessibilità como può accadere nei  progetti di risposta a un’emergenza (come un disastro naturale o un conflitto) in cui è richiesto una permanenza di lunghezza variabile con un preavviso dipartenza anche molto breve

  • Capacità di vivere e lavorare in team
    Gli operatori umanitari vivono e lavorano insieme. Le condizioni di vita semplici comportano spesso poca privacy. La tolleranza, la flessibilità e il possedere solide competenze di relazione interpersonale sono requisiti necessari. È essenziale il voler interagire con persone di altre culture e nazionalità.

  • Esperienze precedenti all'estero
    E importante un titolo di studio e/o un esperienza lavorativa nel proprio settore.  Possedere esperienze di lavoro, volontariato o viaggi personali in Africa, Asia, Sud America e America Centrale è un valore aggiunto, considerando che il lavoro in ambito umanitario si svolge in  varie aree del mondo spesso remote e disagiate.Per lavorare in ambito umanitaro, la motivazione e la capacità di formare altre persone, le capacità organizzative e le capacità di pianificazione costituiscono un valore aggiunto.

  • Capacità di gestire lo stress
    Il lavoro umanitario spesso si svolge in luoghi disagiati, con estrema povertà, in emergenza da calamità naturale o addirittura  in aree in conflitto. Il contesto è spesso caotico, instabile e ci troviamo a lavorare con grandi gruppi di persone in difficoltà. Anche nelle zone più stabili, i carichi di lavoro e la vita in team possono essere fonte di stress.Bisogna essere in grado di far fronte a un ambiente difficile e imprevedibile. Le organizzazioni che operano in queste aree inseriscono sempre nei progetti in atto  per il proprio personale umanitario, specifici programmi di formazione, adeguate misure di sicurezza,  servizi di stress management, prima, durante e dopo la missione.

  • Flessibilità
    In missione, le situazioni e i bisogni cambiano velocemente. La capacità di essere flessibili e adattarsi è quindi fondamentale per svolgere bene il proprio lavoro nelle missioni e nei progetti umanitari.

  • Lingue
    La conoscenza lingue  una competenza indipensabile e una risorsa molto importante. La capacità di parlare inglese, francese, arabo, portoghese o spagnolo offre maggiori possibilità per ottenere una posizione.

Leggi anche:

I ruoli specialistici e manageriali nel lavoro in ambito umanitario e immigrazione