Lavoro umanitario. Pier Luigi RizziniCome lavorare in campo umanitario e divenire un professionista in un settore dove sono richiesti sempre nuovi ruoli.

Sono Pier Luigi Rizzini, lavoro da lungo tempo nel settore umanitario e ho raccolto nel corso degli anni una lunga esperienza nei vari ambiti di questa bellissima professione. Ho lavorato con Ong e Organizzazioni Internazionali in vari ruoli, operando nelle sedi centrali e sul campo in molti paesi dell'Africa, America Latina, Asia e Europa.

Mi occupo di aiutare coloro che desiderano intraprendere o migliorare questa professione e coloro che già stanno lavorando in altri  settori e vogliono riconvertire la loro professionalità.

Se il tuo desiderio è operare in questo settore è necessario partire da una sempilce domanda

Chi è il professionista del settore umanitario, della cooperazione internazionale, dello sviluppo?

A questa domanda sono sottintese altre domande chiave per costruire adeguatamente il tuo percorso professionale e il tuo futuro

  • Che tipo di lavoro è questo?
  • E' realmente il lavoro che fa per me?
  • Quali competenze sono importanti?
  • Come posso diventare operatore umanitario?
  • Quale è la retribuzione nel settore umanitario?
  • E quali sono i canali per iniziare a lavorare nel settore?
  • Dove posso trovare lavoro?
  • Quali sono "i trucchi del mestiere" per candidarsi?

Sono domande importanti perchè Il lavoro umanitario non si sviluppa come un percorso professionale ordinario ma è una professione straordinaria e bellissima, dedicata ad aiutare gli altri con importanti scelte di vita, sino a divenire una missione prima ancora di un lavoro.

Le competenze, l'esperienza, le professionalità sono elementi indispensabili per svolgere al meglio qualsiasi professione, nel settore umanitario si vanno poi ad aggiungere, la disponibilità verso gli altri, una propensione personale a fare le differenza, e la dedizione a migliorarsi e migliorare il mondo attorno.

Solo con questi presupposti poi diviene chiaro che questo lavoro è anche un privilegio che ti permette di aprire porte che sono chiuse ai più: conoscere in profondità persone, società e culture diverse, comprendere toccando con mano che esistono mondi molto meno fortunati del nostro, e realizzare il sogno di fare realmente qualcosa di utile

Quale è perciò il percorso da seguire per i più giovani che hanno appena terminati gli studio o per chi invece desidera  migliorare una posizione già esistente?

E come è possibile riconvertirsi e  cambiare la propria “rotta” professionale?

Stiamo vivendo un momento in cui il mercato del lavoro in ambito umanitario è in costante aumento con molte opportunità per tutti coloro che hanno intenzioni serie. 

Le offerte e le opportunità di vario tipo sono  moltissime, ed è possibile lavorare in questo settore a condizione di avere sempre presente quanto segue:
  • E' importante avere un'attitudine caratteriale orientata a questo tipo di lavoro 
  • Sono indispensabili competenze specifiche anche se provenienti da settori diversi
  • E' fondamentale avere una buona dose di disponibilità al cambiamento.

Ho realizzato alcuni percorsi professionali pensati per chi vuole orientarsi ma anche destinati a chi già lavora gia in questo settore e desidera migliorare la propria posizione. Compila il modulo per maggiori informazioni.