Pubblica amministrazione, editoria, ma sopratutto servizi nel settore privato (gestione del personale, relazioni con il pubblico o con i media), questi gli sbocchi professionali, più tradizionali, per il laureati in Scienze Politiche o sociali. La versatilità di questa laurea è in questo momento il suo punto debole e quello di forza: si può fare tutto, ma bisogna specializzarsi e continuare la formazione anche dopo la laurea magistrale.
L'alta qualificazione e un'esperienza all'estero sono un' ottima carta per fare strada nel settore delle relazioni internazionali, che oggi non vuol dire più esclusivamente carriera diplomatica (alla quale si accede con molta difficoltà solo attraverso un concorso pubblico indetto dal ministero degli Esteri), ma anche curare gli “affari esteri” di un' impresa, diventarne il corrispondente da un altro paese. Il mercato è più aperto per chi si occupa di Europa, diritto e relazioni comunitarie, mediazioni culturali, operazioni di pace e gestione dei conflitti, l'Università di Pisa ha al suo interno il CISP Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace che propone dell'alta formazione di grande attualità. Ottime le opportunità per chi vuole intraprendere la strada della “politica” intesa come professione nei suoi diversi settori.
Le professioni maggiormente gettonate sono: il consigliere parlamentare all´interno delle Camere, che si esplica in ambiti tra loro molto diversi, amministrativi e parlamentari, la professione richiede una grande versatilità ed una capacità di individuazione e risoluzione di problemi che continuamente sorgono nella vita di un´istituzione rappresentativa, chiamata - per sua naturale vocazione - a tradurre l´istanza politica in norme di legge.
Oltre al consigliere, altra figura di notevole interesse oggi è il giornalista parlamentare e il consulente legislativo (lobbista) a sostegno alla redazione di proposte di riformulazione di norme giuridiche o di introduzione ex novo delle stesse.
Sempre in ambito politico figura professionale di nuova generazione è l'assistente parlamentare, figura professionale che lavora presso un'istituzione parlamentare al servizio di un personaggio o di un gruppo politico. In Italia la figura è meno professionalizzata, in quanto spesso oggetto di polemiche giornalistiche o politiche, ma al Parlamento Europeo il professionista viene assunto da un Parlamentare Europeo, ma è il Parlamento che provvede alla loro retribuzione. Per svolgere la funzione è necessario accreditarsi presso il Parlamento.