Socialidarity cambia vita e lavoro
Cambiare Lavoro Cambia la Vita !

Le opportunità delle lauree economiche

Dopo il gruppo dei letterati, parliamo di quali opportunità ci sono per il gruppo degli economisti, e statistici, provenienti dalle facoltà di Economia, Statistica (corso specialistico in statistica economia e imprese) e Scienze Politiche (corso specialistico in politica economica).


Chi esce dalla laurea triennale in economia può diventare esperto contabile (tre anni di tirocinio ed esame di Stato per iscriversi all'albo) e di essere assunto da un privato o nella pubblica amministrazione. Tuttavia gli esperti sconsigliano di fermarsi dopo soli tre anni di università. Solo la laurea specialistica o a ciclo unico permette, per esempio, di diventare dottore commercialista. E per non perdere troppo tempo si può sempre pensare di iniziare il tirocinio (tre anni) durante il biennio di specializzazione. Una volta laureati così ci vorrà ancora solo un anno di tirocinio e l'esame di Stato per poter essere scritti all'ordine dei dottori commercialisti. L'iscrizione è fondamentale per l'esercizio della professione, per il laureati in economia.
Una volta iscritti proseguire la formazione e specializzarsi in un preciso settore è fondamentale. Quale? Sempre recettivi sono i settori tributari e legali, ma gli esperti di mercato del lavoro, indicano come ottime alternative la gestione delle crisi d'impresa, la rendicontazione societaria in materia ambientale e la mediazione civile, professionista che lavora in condizioni di imparzialità rispetto agli interessi in conflitto, per dirimere una lite già insorta o che può insorgere tra le parti. Gestione della crisi e ambiente sono ottimi settori anche per chi non vuole diventare dottore commercialista, ma dedicarsi all'economia aziendale (esistono corsi di Laurea ad hoc), a quella di analisi, o a quella dei settori pubblici. L'importante è specializzarsi conoscere nuove tecnologie, conoscere le lingue e avere esperienze internazionali. Tra i settori in crescita la green economy, l'economia sanitaria, agro-industriale, quella delle reti, dell'ICT (tecnologie dell'informazione e della comunicazione)e delle nuove tecnologie in generale.

Fonte: Alma Mater Università di Bologna

Privacy e Cookie