Socialidarity cambia vita e lavoro
Cambiare Lavoro Cambia la Vita !

Dialogatori: consigli per l'uso

Vuoi fare il dialogatore? Sei incurisito da questo lavoro e vuoi saperne di più? Ecco alcune considerazioni che ti possono aiutare in questo settore sempre più difficile e controverso

«Buongiorno! Ha un minuto per i diritti dei bambini?» Sorriso aperto, pettorina di riconoscimento con il logo dell'organizzazione e cartellina per la firma del Rid per l'addebito bancario. E' ormai uno streotipo che incontriamo quotidianamente nelle strade, nelle stazioni ferroviarie, nei centri commerciali, ma è uno dei mestieri più attualmente più controversi del settore non profit e della solidarietà. Oggi questo settore è diventato una jungla dove si moltiplicano le società con finalità totalmente commerciali, spesso senza scrupoli, che si occupano del reclutamento degli operatori. Chi cerca lavoro qui puo incontrare di tutto e di più. 
 
Addetti Marketing Diretto per ONG, Inizio immediato, Addetto fundrasing per Enti Umanitari Internazionali, Marketing per Enti Umanitari Internazionali, sono esempi di titoli delle offerte di lavoro per dialogatori che vengono mascherate con ruoli che ben poco hanno a che vedere con la funzione poi realmente richiesta.
Orari di lavoro pesanti che si protaggono in ore serali e nei giorni festivi, retribuzione bassissima ed a provvigione, modelli di lavoro ripetitivi ed alienanti. Tutto il giorno  a fermare i passanti nelle aree più frequentate per sentirsi rispondere no nel migliore dei casi. E' una delle attività più nere e non coerenti del settore umanitario ma ci sono delle importanti differenze tra i possibili modi di fare questo lavoro
Ecco alcuni suggerimenti:
  • Informati direttamente presso i dialogatori su come va il lavoro e quali sono le migliori opportunità del momento
  • Seleziona l'offerta in base alle condizioni econmiche escludendo chi ti propone un lavoro solo a provvigione, altrimenti corri il rischio di essere sfruttato più di coloro per cui stai raccogliendo fondi
  • Rivolgiti alle ONG e alle organizzazioni che fanno reclutamento diretto, evitando possibilmente le società commerciali
  • Valuta se è un lavoro che può offriti delle possibilità di carriera all'interno della stessa organizzazione
  • Infine poniti la domanda fondamentale: perchè voglio questo lavoro?  Vuoi guadagnare? Ti interessa lavorare in ambito non profit? E' un lavoro transitorio? Che altro?
  • Ed in base alla risposta fai la tua scelta senza farti raggirare da promesse che non possono essere mantenute.

Privacy e Cookie