Lavorare nelle associazioni umanitarie onlus a 40 o a 50 anni. Se vuoi puoi cambiare a qualsiasi età.

Il settore umanitario e solidale offre opportunità veramente straordinarie sia sotto l’aspetto lavorativo che umano ma il mondo umanitario è grande e complesso e richiede sempre più operatori specializzati con moltissime offerte di lavoro in tanti settori diversi.

Le opportunità di lavoro sono però superiori a tutti gli altri mercati del lavoro perchè sono in tutto il mondo e in ambiti diversi quali i progetti di sviluppo, la cooperazione internazionale, la scuola e l’istruzione, le emergenze umanitarie, il Peace Keeping, i diritti umani e molto altro.

Scopri quale può essere il tuo lavoro nelle associazioni umanitarie internazionali

La graduatoria dei ruoli più richiesti qui sotto tratta da  info-cooperazione rileva che le posizioni aperte nelle ong fanno riferimento principalmente a due i ruoli.

Molte delle posizioni aperte nelle ong sono nella vasta area dei manager di progetto e gli amministrativi.

Per lavorare nelle missioni umanitarie retribuite i manager di progetto e gli amministrativi si attestano a oltre il 38% delle offerte del mercato dellavoro in campo umanitario

Le richieste per project manager (capo progetto) con una  forte crescita al 14% per personale amministrativo, con in testa l’amministratore di progetto, che si occupa della gestione economico sotto gli aspetti tipici dei progetti di cooperazione internazionale: rendicontazione, contabilità e relazioni amministrative con i partner.

Lavorare nelle ONG italiane, le posizioni e i ruoli più richiesti

il lavoro umanitario retribuito, quali sono le posizioni aperte nelle ong Italiane

Seguono i ruoli di capo missione,  addetto a comunicazione, advocacy e marketing, per rispondere ad un bisogno sempre più necessario di comunicare, di divulgare in modo corretto i processi del mondo umanitario e di operare nel fundraising e nella raccolta fondi dall’altra

Tali ruoli sono dislocati principalmente, per quanto riguarda la cooperazione italiana, in specifiche aree spesso corrispondenti ai finziamenti disponibili in relazione alle politiche dei paesi. L’ Africa al primo posto (in particolare Centrafrica e zona del Sahel), seguita dal Medio Oriente, mentre è stabile in Asia e in diminuzione da tempo l’impegno in America Latina.


La dislocazione delle ONG italiane nelle regioni

Dislocazione delle ong italiane

Dove sono e come sono distribuite le ONG e le ONLUS in Italia

Le onlus e le ong Italiane. la suddivisione per regioni

fonte open-cooperazione.it

pier luigi rizzini  ti aiuta a lavorare con le associazioni umanitarie

Le ONG italiane: lavoro, numero dipendenti, settori di intervento

Il lavoro nelle onlus e nelle ong italiane.

Le Dieci più importanti ONG Italiane e Organizzazioni Umanitarie

PosizioneNome organizzazioneBilancio totale
1Save the Children Italia ONLUS€ 113.196.928,00
2Fondazione AVSI€ 80.475.535,82
3INTERSOS – Organizzazione Umanitaria Onlus€ 75.986.485,00
4unicef – Comitato Italiano per l’UNICEF onlus€ 65.722.647,00
5Medici Senza Frontiere Onlus€ 63.446.356,26
6EMERGENCY ONG ONLUS€ 53.877.340,00
7COOPI Cooperazione Internazionale€ 49.203.465,00
8CISP€ 45.278.431,94
9ActionAid International Italia Onlus€ 43.457.831,00
10MEDICI CON L’AFRICA CUAMM€ 43.016.371,00
Fonte: open-cooperazione.it

Corsi per lavorare nel settore umanitario

Il settore umanitario, solidale e sociale si è professionalizzato negli ultimi decenni e richiede personale qualificato con formazione specialistica o universitaria : amministratori, logisti, capi base, coordinatori paese, psicologi, nutrizionisti, project manager esperti in sicurezza alimentare e agricoltura, in progetti di igiene, acqua e ambiente, in protezione e diritti umani.
Al di la del diploma o della laurea, è fondamentale impostare in modo corretto un percorso di carriera con uno specifico orientamento professionale che forniscano strumenti e canali appropriati, leggi qui come funziona

Trovi qui la lista delle ONG Italiane

pier_luigi_rizzini_percorsi di orientamento professionale


2 commenti

Arduino · alle

Credo di essere pronto per un netto cambio di vita e di lavoro…ho sempre fatto il commerciante e gestito il personale nella mia vita, ho sempre corso dietro al successo imprenditoriale ed ora non ho più stimoli.
Ho una figlia e da lei ho trovato la voglia e il piacere di aiutare il prossimo.

    Pier Luigi Rizzini · alle

    Ciao Arduino, congratulazioni comunque per questo tuo percorso di crescita personale, ti invio via email il riferimento per il percorso di Life Caoching

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *